...

Cerca nel blog

mercoledì 13 ottobre 2010

Vendemmia a casa Martens


C'e' qualcosa di profondamente masochistico nell' attrazione nei confronti delle vendemmie. La sveglia all'alba , il freddo pungente delle mattina appena cominciate , la fatica , il mal di schiena...
Eppure da anni non riesco a starmene a casa in quel periodo. Il richiamo del brusio in vigna , delle cazzate dette mentre si raccoglie , del sapore dell'uva , delle cene con tutti gli amici alla fine di una dura giornata lavorativa è più forte.
Niente televisione , nè computer nè telefonini... Unica eccezione la macchina fotografica per immortalare questi intensissimi momenti.
Anche quest'anno siamo tornati da Anna Martens per infoltire il gruppo di vendemmiatori multietnici.
C'e' chi è volato dalla Francia , chi dall'Inghilterra e chi dal Piemonte per passare un pò di giorni insieme usando la vendemmia come scusa.
Forse è per il suo incredibile potere aggregante che non riesco a farne a meno.
In quei giorni tutto ha un sapore diverso , migliore , antico...



Rimango sempre estasiato dalle vigne qui sull'Etna. Il panorama sconfinato di vigne ad alberello , il terreno nero come la pece e le innumerevoli colate di lava creano un mix che lascia col fiato sospeso.




Anna Martens è una giovane enologa Australiana che dopo aver lavorato per Ornellaia e per Passopisciaro ha deciso di produrre il suo vino. Le vigne ( micro-appezzamenti) , sono tutte dislocate nei dintorni di Solicchiata. Incantevole la
piccola vigna di oltre 90 anni dalla quale viene prodotto il “ Vino di Anna"



Per il momento Anna produce questi due vini:



Vino di Anna 2008 da uve Nerello Mascalese , la prima annata di casa Martens. Le uve ammostate a grappolo intero in semi-macerazione cui segue coda di fermentazione a tino aperto con lieviti indigeni e pigiatura con i piedi per 20 giorni, evolve in barriques per 9 mesi, va in bottiglia senza chiarifiche né filtrazioni.Al naso ciliegia , pepe e cannella, al palato spicca la prugna matura con un tocco di rabarbaro, fresco e minerale il piacevole finale amandorlato.



Jeudi 15 2009 principalmente Nerello Mascalese con piccolissime percentuali di Carricante che gli donano una piacevole freschezza. E' vinificato in semi macerazione carbonica in tino di legno e dopo una macerazione di una ventina di giorni passa in acciaio dove ha rimane per 9 mesi su i suoi lieviti. Vino d'entrata di casa Martens è una bellissima espressione beverina del Nerello Mascalese. Fragola , ciliegia e menta. In bocca la freschezza è così piacevole che non si vorrebbe smettere di berlo.


Vi lascio con una sequenza di attimi rubati:





Anna Martens




11 commenti:

  1. Che terroir, che posti magici!
    E' un caso che molti stranieri (il Cantante, Cornelissen, Anna..) stiano "colonizzando" l'Etna (dal punto di vista vitivinicolo s'intende) oppure è il nuovo paradiso a basso prezzo (ormai Langhe e Toscana hanno costi folli)?
    In ogni caso la finezza e l'eleganza dei vini prodotti in questo posto sono unici in tutto il bacino mediterraneo e diventa fin riduttivo definerlo La borgogna d'Italia..

    RispondiElimina
  2. Il costo medio di un ettaro sull'Etna si aggira fra i 20.000 ed i 60.000 euro. In Langa con quella cifra ti fanno solamente respirare l'aria...

    RispondiElimina
  3. gran bel post! ma prezzo per ettaro intendi di terra o di vigneto?

    RispondiElimina
  4. Ciao Vittorio, intendo di vigneto... Ci sono delle vigne stupende semi-abbandonate!!

    RispondiElimina
  5. Giovanni Solaroli11 ottobre 2011 23:57

    Ci sono stato recentemente e non mi risulta che i prezzi siano questi. Forse parli del versante meridionale. Un vigneto a solicchiata o linguaglossa, costa attorno ai 150.000 euro l'ettaro. Ammesso che qualcuno se lo compri, queste sono richieste correnti. Gran bei posti, questo è certo.

    RispondiElimina
  6. Ciao Giovanni , proprio Anna Martens ha appena comprato un vigneto a Solicchiata e ti assicuro che non l'ha pagato quella cifra... Neanche lontanamente... Buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Sono un "bancario per caso" con la passione per la vigna ed il vino, conosco il vino della Sig.ra Anna, credo sia semplicemente speciale. Queste foto mi hanno riempito il cure di gioia, sarei felice di poter partecipare alla vendemmia 2012 a casa Martens, il 19 marzo sarò presente alla manifestazione Le contrade dell'Etna a Passopisciaro dove spero di poter apprezzare il VINO DI ANNA.
    Alessandro Russo

    RispondiElimina
  8. Peccato per il 2012 il VINO DI ANNA non era presente alla bellissima manifestazione le contrade dell'Etna, ci rifaremo nel 2013 spero.
    Alessandro Russo

    RispondiElimina
  9. i suoi vini sono semplicemente ammalianti, anche il bianco, che però ho solo assaggiato a cerea. Una personalità unica. E poi ci fermiamo tutti, operatori e no, dalla produzione alla comunicazione ed alla vendita alle solite doc ed alle solite zone e ci siamo riempiti testa e bocca e portafogli di nero d'avola, di vitigni internazionali, quando nella zona più difficile e con i vitigni più ignoti e ardui si potevano?-possono fare vini molto più grandi-interessanti.

    RispondiElimina
  10. Scusate sapete dove posso trovare i suoi vini???. grazie

    RispondiElimina